Il Relitto Della Madonnina

relitto

 

La fonte di questo relitto è un articolo di Anna Marguerite McCann, A Fourth Century B. C. Shipwreck Near Taranto, in  Rivista ARCHAEOLOGY, June 1972, volume 25, number 3, “in giugno e luglio 1965, una spedizione di archeologi subacquei diretti dal Sig. Peter Throckmorton, inviati dall’Università della Pennsylvania, dalla British School di Roma e dal Sovrintendente alle Antichità della Puglia, Dott. Attilio Stazio, investigarono diversi antichi relitti navali nel mare Ionio al largo della costa di Taranto. Nel corso del progetto, fu investigato un relitto localizzato originariamente dal Sig. Nikos Kartelias di Atene.() I resti archeologici erano stati localizzati, appena fuori un piccolo villaggio di pescatori, Campomarino, a circa trenta miglia ad est di Taranto, ed erano evidenziati da tre grosse ancore di pietra tronco piramidali () Il relitto prese il nome della piccola cappella di Maria SS. dell’Altomare conosciuto dai locali come “la Madonnina”. I resti del relitto furono, catalogati dalla McCann come reperti di un mercantile greco del IV secolo a.C.”.

In questo libro l’Autore ribalta questa teoria sostenendo la tesi che i reperti,  appartengono non ad un mercantile, bensì ad una nave militare greca una trireme (triere) del IV secolo a. C…

Ulteriori Informazioni